Dnes je: pondelok, 20. 11. 2017, meniny má: Félix , zajtra: Elvíra

Andrea Bocelli: L’opera lirica ci educa a percepire la bellezza, aprendo il cuore e la mente

0

Veľkosť písma

  • A
  • A
  • A
Il tenore italiano di fama internazionale Andrea Bocelli sta per arrivare prossimamente a Bratislava, dove si esibirà in concerto domenica 19 novembre. Per l’occasione il tenore canterà accompagnato dall’Orchestra Sinfonica Nazionale Ceca di Praga sotto la bacchetta del maestro Marcello Rota. L’evento fa parte del tour mondiale del tenore toscano. In questa intervista esclusiva a cura dell’Opera Slovakia, Andrea Bocelli ci presenta il programma del suo concerto a Bratislava, esprimendo la sua grande passione per la lirica italiana con la volontà di divulgare e promouvere la musica lirica e con lo scopo di renderla più accesibile ad un pubblico più ampio attraverso progetti grandiosi. Parlando della sua presenza scenica, il tenore ha anche rivelato i suoi piani per la prossima stagione.

slovenská verzia

Nel mese di novembre lei sta per arrivare a Bratislava per la seconda volta, ci può dire come si sente? Con quali sentimenti lei sta tornando alla capitale sul Danubio?

Mi appresto ad onorare questo rinnovato appuntamento con schietta emozione: torno con gioia, per ritovare il vostro pubblico, del quale ho già apprezzato il calore, l’empatia, la generosità.

Andrea Bocelli lavíruje na hranici klasickej a modernej hudby,
zdroj: newyorkcitytheatre.com

Può dirci quale sarà il programma del suo concerto straordinario a Bratislava?

La prima parte sarà un excursus tra i capolavori della lirica, con arie, duetti e cori tratti da opere celeberrime quali Nabucco, Rigoletto, I Lombardi alla prima crociata, Il trovatore e La traviata di Giuseppe Verdi, ma anche La Bohème (sia quella di Giacomo Puccini che l’omonima opera di Ruggero Leoncavallo), oltre a pagine di Jules Massenet e Luigi Arditi. La seconda sarà dedicata alle grandi romanze popolari e canzoni, italiane e non solo: pagine tratte dal mio ultimo album Cinema ma anche da Incanto, Sogno, Amore… Abbiamo insomma cercato di realizzare un programma all’altezza delle attese, come sempre nella volontà di regalare un po’ di gioia e di ottimismo a chi desidererà partecipare all’evento.

Lei canterà con l’accompagnamento dell’Orchestra Sinfonica Nazionale Ceca di Praga sotto la bacchetta del maestro Marcello Rota.

Squadra che vince non si cambia! Quella con il Maestro Rota e con l’Orchestra Sinfonica Nazionale Ceca è una collaborazione ormai rodata. Si tratta di un organico con cui ho lavorato già molto bene, apprezzandone la qualità del suono e la grande tonicità… Credo sia una garanzia di qualità, dunque sono lieto di poter tornare a far musica insieme a strumentisti di simile levatura.

Český národný symfonický orchester,
foto ČNSO

Il repertorio pop-opera può essere considerato come il suo proprio dominio. Grazie a internet, la generazione moderna, i giovani di oggi, tuttavia, hanno ampio accesso alla musica online di generi diversi. Il suo scopo è quindi quello di portare la lirica ad un pubblico più vasto e non  necessariamente abituato alle forme d‘arte proposte? Anche se si tratta del suo rapporto a questi due generi?

Rappresentano due universi differenti, ciascuno con le proprie peculiarità e dignità artistiche. Cerco di non mescolarli ma semmai, di giustapporli. Sovente propongo, in un contesto abitualmente votato al pop, anche musica lirica, nella volontà di divulgare l’opera anche tra un pubblico meno avvezzo a tale repertorio. La sfida è sempre quella di continuare a divulgare e perorare la qualità, ovunque si trovi. Come non mi stanco di ripetere, nella musica classica ci sono brani che sono a tal punto straordinari da divenire popolari; e viceversa, brani nell’ambito del repertorio popolare talmente intensi da diventare, col tempo, dei classici.

L‘opera lirica è immortale. Perchè è appasionato della lirica, c‘è una passione così intensa che ha catturato la sua attenzione? Amante sopratutto della lirica, ha autori preferiti?

È un repertorio in grado di offrire gioia e sana esaltazione, trasmettendo emozioni straordinarie, educando alla bellezza, aprendo il cuore e la mente. Interpretare i pensieri musicali delle più grandi menti creative che ci hanno preceduto sulla terra è un privilegio, è un piacere insieme fisico e spirituale. L’opera è una forma d’arte popolare, in grado di regalare sensazioni così profonde da restare nel cuore per tutta la vita… Non c’è bisogno di competenze particolari per apprezzare tanta meraviglia, proprio perché il melodramma mette in gioco le emozioni primarie, con un’intensità in grado di abbattere qualsiasi barriera culturale. Sono fiero di essere italiano anche perché è il Paese dove quest’arte ha avuto inizio, oltre quattrocento anni fa, e dove sono nati operisti geniali quali Vincenzo Bellini, Gaetano Donizetti, Gioachino Rossini, Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini, Pietro Mascagni…

Andrea Bocelli,
foto: Produkcia Andreu Bocelliho

Secondo il database dell‘Operabase, nel prossimo anno lei sarà l’interprete del ruolo di Edgardo nella Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti al Teatro Carlo Felice di Genova. Può confermare questa informazione? Qual è la sua visione artistica di questo capolavoro donizettiano?

Confermo, il prossimo anno canterò Lucia di Lammermoor (sul palcoscenico del teatro Carlo Felice di Genova, in Italia). Sono felice di misurarmi con questo capolavoro assoluto del belcanto, massima realizzazione in musica del romanzo storico ottocentesco… Storia tragica d’un amore proibito, è un’opera straripante di passione e di melodie immortali.

Ci dica cosa sta preparando alla prossima stagione?

In questa stagione della vita desidero cercare di lasciare una traccia della mia voce, nel repertorio che più amo, quello lirico. Ho inciso di recente La forza del destino di Verdi, nella prossima primavera, come dicevo poc’anzi, sarò Edgardo in Lucia di Lammermoor, ed ho già in programma ulteriori incisioni. Nel 2018 interpreterò anche Andrea Chénier di Umberto Giordano. Nel frattempo, la mia agenda concertistica è sempre molto densa, così come gli impegni legati ai progetti filantropici della Andrea Bocelli Foundation. Inoltre un progetto di inediti pop dovrebbe andare in porto ed essere pubblicato entro il prossimo anno.

A cura di Ľudovít Vongrej e Lucia Laudoniu

www.xl.sk

www.andreabocelli.com

TICKETS

video

email

About Author

Ľudovít Vongrej

Leave A Reply